martedì 17 marzo 2015

Mi giunge all'orecchio che...

...certi omuncoli (e, purtroppo, donnucole) si stanno lamentando perché la DC ha ritirato la copertina di Batgirl #41 in cui appare Joker e di cui ho scritto in un precedente post.

La cosa mi lascia sbigottita.

Invece di rallegrarsi del fatto che per una volta la DC ha fatto la mossa giusta (e io griderei al miracolo, onestamente), c'è gente che si lamenta al grido idiota di "Je Suis Charlie".



Mettiamo in chiaro un paio di cose.

Quello che è successo nella redazione di Charlie Hebdo a Parigi è un atto odioso di terrorismo. C'entra poco la libertà d'espressione, i retroscena sono molto più complicati di quelli che vi spiegano in un minuto su TGCom. Inoltre, a Parigi sono morte delle persone. Non mi pare che qualcuno sia entrato nella redazione della DC a sparare. C'è stata una protesta su twitter, sono abbastanza sicura che su twitter non si possa sparare alla gente.
Quindi nascondersi dietro il ditino di Charlie è non solo ridicolo ma anche particolarmente ignorante. Batgirl è un fumetto, un prodotto di entertainment le cui edizioni vengono esposte in bella mostra in fumetteria.

Lo sapete qual'è la cosa grave? CHe il Joker è un idolo, un personaggio figo. VI faccio un esempio: in Game Of Thrones c'è un sacco di violenza. I personaggi violenti e depravati sono considerati tali. Nel caso del Joker invece è tutto diverso: la gente ha le tshirt del Joker, ha le action figures, si traveste anche come lui. La prova concreta è che questa copertina è stata creata come speciale all'interno di un intero mese dedicato a lui; è una celebrazione. Questa copertina non è denuncia, è una celebrazione del Joker. Ed è per questo che è così problematica.

Ora, io spero che le persone che piagnucolano perché non avranno la copertina non subiscano mai violenze. Spero che quelle persone non debbano mai provare il senso di terrore che una copertina come questa può provocare.

E per la cronaca, non dimentichiamo un particolare intrinseco ai personaggi: Barbara Grodon possiede una memoria eidetica straordinaria. Il che significa che si ricorda ogni particolare della violenza, e che non può dimenticarla. E questo rende la copertina ancora più sconvolgente visto che Barbara ha subito ogni tipo di abuso.
Perciò, cosa cercavano di ottenere gli editori con una copertina del genere? La rispsta è fin troppo ovvia: effetto shock. Il miglior marketing possibile.
Perciò, vedete, le belle parole sulla "libertà di espressione" diventano grottesche sotto questa luce.

E quindi sì, questa copertina è agghiacciante. Lo sguardo di Babs è agghiacciante. Le mani che la stringono sono agghiaccianti. Le sue lacrime sono agghiaccianti.

Mi chiedo, ci vuole tanto a capire quanto una cosa del genere possa urtare una persona?


La censura è ben altra cosa, il capire che qualcosa può urtare la sensibilità altrui non è censura, è buonsenso.

Il mondo può, deve cambiare. Si inizia dalle piccole cose e si inizia dal riguardo e dalla sensibilità.

Passo e chiudo.

PS: non so se chi grida alla censura si rende conto che la copertina la sta vedendo perché è pubblicata OVUNQUE in internet. Cioé, mi sembra un po' differente rispetto a, che so, certi gruppi estremisti che danno fuoco alle biblioteche. Quella sì che è censura.

PPS: Ecco una raccolta di analisi molto interessanti sul perché è giusto ritirare questa copertina:

http://comicsalliance.com/the-vocal-minority-and-artistic-integrity-in-comics/
http://www.hollywoodreporter.com/heat-vision/dc-entertainment-pulls-controversial-batgirl-782569
http://www.ew.com/article/2015/03/19/here-why-comics-world-fighting-over-batgirl-cover